UNIRE CESANO
“Possano le tue scelte riflettere le tue speranze, non le tue paure.”

NELSON MANDELA

Rieccoci dopo 5 anni da Sindaco.
Un’esperienza unica ed ineguagliabile che mi ha fatto crescere e di certo mi ha cambiato, anche nel modo di pensare.
Cinque anni fa mi preparavo per una sfida inedita, promettendo – anche a me stesso – che sarei stato all’altezza. Ora ho alle spalle un mandato e, almeno a livello personale, tante soddisfazioni che rimarranno indelebili.

Amministrare una cittadina delle dimensioni e della complessità di Cesano è prima di tutto una prova di responsabilità: ti accompagna sempre, non si tratta di una divisa che puoi togliere la sera o nei weekend ed è come se una fascia tricolore invisibile fosse sempre impressa addosso.

Mi sono dedicato a questa attività a tempo pieno. Credo di aver garantito grande presenza, tra la gente e in tutti gli aspetti della vita amministrativa che ho dovuto affrontare. Ho avuto l’onore di fare questo cammino con una squadra coesa, composta da persone oneste e disinteressate.

Cesanesi. Come me. Come voi.

Viviamo tempi foschi: a livello amministrativo, sentiamo quotidianamente di comuni mal governati, spesso per un mix di corruzione e incompetenza. Vediamo scricchiolare i valori di una Repubblica fondata sulla Costituzione e sull’Antifascismo e ci preoccupa assai perché il venir meno di questi presupposti si ripercuote sui più fragili, addirittura negando ai bambini un pasto a scuola.

Consci di ciò, non ci presenteremo ai cesanesi agitando paure, ma spiegando quali mete vogliamo far raggiungere a Cesano e come, attraverso i progressi dell’azione amministrativa, riusciremo a “rispondere a una loro domanda”.

Partiamo dalla consapevolezza, condivisa con tanti tra coloro che incontriamo in queste settimane, che il nostro comune è cresciuto rispetto ad inizio mandato e che è una cittadina proiettata verso il futuro. Vogliamo lavorare per rafforzarne il senso identitario e l’unità, sia urbanistica che sociale; valorizzando i tanti centri pulsanti che esprime uscendo da una dinamica centro-periferia che è riduttiva. Il prezioso lavoro di ricucitura del territorio deve avere il coraggio e
la responsabilità di affrontare le ferite aperte, come la piscina,
trasformando un luogo degradato in fermento di nuova vita. Ci vogliamo far trovare pronti all’arrivo della M1, investendo sulla trama delle connessioni ciclopedonali e sul trasporto pubblico. Metteremo in campo, con convinzione e coraggio, una svolta ecologista dettata dalle esigenze globali, dalla responsabilità storica di governo, pur locale, e dalla contezza che, in fondo, in mezzo al verde si vive meglio.

Le condizioni economiche dell’ente sono finalmente di respiro e le prospettive possono diventare, grazie alla vostra fiducia, entusiasmanti: dateci la possibilità di costruire e realizzare un disegno condiviso di Cesano e di dare impulso, dal basso, al processo di rinnovamento della politica.

#SemprepiùCesano

Simone Negri